Notice: WP_Scripts::localize è stato richiamato in maniera scorretta. Il parametro $l10n deve essere un array. Per passare dati arbitrari agli script, usa la funzione wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 5.7.0.) in /home/admin/web/ypeople.it/public_html/wp-includes/functions.php on line 5775
Cosa vedere a Trento: le gallerie che arredano la città - Trento YPeople
Loading...

Cosa vedere a Trento: le gallerie che arredano la città

Ogni città ne annovera un certo numero e tutte si presentano come una piazza, come ad esempio la Galleria A. Sordi a Roma o la Galleria Umberto I a Napoli, oppure sotto forma portici che affiancano le vie della città, come a Bologna o a Padova.

Molto spesso però, e questo soprattutto nelle piccole città di provincia, queste gallerie sono di piccole dimensioni e si aprono come dei loggiati fra le case antiche dei centri storici.

I salotti delle città

Anche a Trento possiamo trovare alcuni esempi di queste meraviglie dell’architettura.

Sono opere che, nella maggior parte dei casi, risalgono all’inizio del ‘900. I loro ideatori intendevano dare un certo prestigio a negozi e locali che vi si affacciavano, oltre a far sentire i visitatori proiettati in un ambiente più intimo, pur essendo all’aperto.

Galleria dei Legionari

La Galleria Legionari trentini unisce piazza Cesare Battisti con via San Pietro.

E’ dedicata ai circa 1250 giovani irredentisti che, fuorusciti dal territorio austriaco, si stabilirono in Italia e dal 1915 si arruolarono come volontari nell’Esercito italiano.

Il frontespizio della galleria che affaccia sulla via San Pietro ci propone un  mosaico che raffigura la Vittoria, opera dell’artista trentino Gino Pancheri.

Galleria Garbari

Sempre affacciata su piazza Cesare Battisti, al lato opposto rispetto alla Galleria dei Legionari, si trova un’altra prestigiosa galleria che accompagna i cittadini verso la vicina via Manci: è la Galleria Garbari.

Venne costruita nel 1924, in stile liberty, su commissione del commerciante Garbari che grazie alla sua realizzazione auspicava un ambiente lussuoso che potesse accrescere il prestigio dei suoi negozi.

Questa galleria, rispetto alla precedente, è ulteriormente impreziosita dal rivestimento in pietra sia sulle pareti laterali che sul pavimento, ed è arredata anche con due coppie di colonne con capitello corinzio.

Colonne all’interno della galleria Garbari

Le allegorie della Tessitura e della Filatura

Sulle pareti laterali, nella parte alta un po’ nascoste agli occhi dei passanti, si possono ammirare alcune decorazioni che riproducono le allegorie della Tessitura e della Filatura, opera del pittore Augusto Sezanne.

Gallerie

Similmente, la città di Trento offre tanti altri esempi di gallerie che collegano le varie vie del centro storico offrendo delle scorciatoie, dei provvidenziali ripari nelle giornate di pioggia, e perché no, un luogo “sicuro” di gioco per i bambini.

 

Leggi anche:

Un college inglese sull’alpe della città

No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Loading...