Loading...

Anche Trento ha la sua terrazza panoramica “naturale” dalla quale è possibile ammirare la città da un’altezza di circa 600 metri.

Trento dalla terrazza panoramica di Sardagna

Una terrazza panoramica sulla città di Trento

La terrazza è situata nel borgo di Sardagna, una frazione di Trento situata sul un altopiano del monte Bondone, che si affaccia proprio sul fronte ovest della città.

La cosa interessante è che questo luogo è raggiungibile in circa 4 minuti utilizzando la funivia aerea che ha la sua base di partenza in prossimità del ponte di S. Lorenzo, sulle rive del fiume Adige.

Il dislivello totale è di circa 400 metri e il tempo di percorrenza è, appunto, di 4 minuti circa.

La funivia aerea per Sardagna

La funivia è stata progettata nel 1922 dall’ingegnere Othmar Haas e, successivamente, realizzata tra il 1923 e il 1925 dalle Officine Silvestri di Trento; venne poi inaugurata nel 1925.

A quel tempo il percorso era leggermente differente da quello attuale:

  • la stazione a valle, di partenza, era situata presso la stazione della ferrovia;
  • quella a monte era direttamente dentro l’ex-albergo Panorama.

Durante la seconda Guerra Mondiale l’impianto venne più volte bombardato e la stazione a valle distrutta.

La funivia venne poi ricostruita dalla società FTS (Funivia Trento Sardagna) nel 1960 e la stazione a valle venne spostata nella sua attuale posizione sulla riva sinistra dell’Adige.

Nel 1989 le due cabine vennero sostituite e la stazione a monte venne spostata più a sud, in modo da essere del tutto indipendente dall’albergo.

Ex Hotel Panorama a Sardagna

Terrazzo hotel ex-Panorama

Tale edificio, di proprietà della Provincia Autonoma di Trento, era stato completamente ristrutturato e affidato, dall’estate 2001, alla gestione dell’Opera Universitaria di Trento, che, per qualche anno, ne aveva fatto un Centro convegnistico aperto alle iniziative universitarie.

La funivia

La funivia è attiva tutti i giorni della settimana, dalle 7:00 di mattina fino alle 21:00 della sera; nei giorni particolarmente ventosi, la funivia viene sostituita da appositi bus.

Tra l’altro è possibile trasportare fino a tre biciclette al suo interno.

Progetti per il futuro

Esiste un progetto provinciale per promuovere un proseguimento della funivia che permetterà di arrivare a Vason, con una tappa intermedia a Vaneze.

Il progetto, se realizzato, restituirebbe alla città capoluogo la sua alpe per intero, come avviene in altre città mitteleuropee, tipo Innsbruck, dove la funivia  unisce il centro città con il Nordkette.

Leggi anche
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...