Loading...

Rissa all’Hotel Everest di Trento: dipendenti contro Rom (Video)

Rissa in zone centrali della città. È accaduto all’Hotel Everest di Trento. Una situazione che ha penalizzato uno degli hotel maggiormente frequentati da turisti italiani e stranieri. Il video, ripreso dalle telecamere di sorveglianza, riprende i momenti più importanti della rissa, avvenuta sotto gli occhi della forza dell’ordine.

Rissa all’Hotel Everest di Trento: dipendenti contro Rom (Video)

Inizialmente si vede il rom che, con il cane, si siede ad un tavolo, dove appoggia i piedi e si addormenta. Dopo l’arrivo di alcuni clienti, due dipendenti escono e chiedono gentilmente al ragazzo di togliere i piedi dal tavolo, ma come risposta ottengono solo brutte parole.

Successivamente il dipendente sposta il tavolino nel tentativo di svegliarlo. Dopo insulti e strattonamenti, il dipendente sferra un pugno che va fuori misura.

Fuori campo i due cominciano ad azzuffarsi. Poi, in difesa dell’amico piombano tutti i rom che abitano nelle case popolari. Alcuni nel tentativo di calmare l’amico, e altri per aiutarlo. Dopo pugni e sedie addosso a qualcuno, interviene il titolare che riesce a schivare i pugni degli aggressori.

Nel secondo video si vede l’arrivo di 4 macchine delle forze dell’ordine. Mentre gli agenti cercano di intervenire, alcuni rom sfuggono al controllo delle forze dell’ordine e tornano all’attacco dei dipendenti. Gli agenti rimangono inermi davanti all’accaduto.

I clienti sono terrorizzati, principalmente dal non-intervento delle forze dell’ordine. Come è finita la storia? Per il momento non ci sono denunce per rissa o mancato uso delle mascherine, inoltre la banda rom non è stata fermata, ma è salita sulle macchine e se ne è andata.

Ora nei confronti dei residenti delle case popolari coinvolti nella rissa dovranno scattare delle sanzioni deliberate da Fugatti dopo il suo insediamento.

avatar
Sono una ragazza a cui piace essere informata su quello che accade ogni giorno
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...